Atalanta, Gomez rilancia: “Lo scudetto? Non è follia pensarci”

Atalanta, Gomez rilancia: “Lo scudetto? Non è follia pensarci”
William Hill Sport Welcome Bonus

Bergamo è la città più colpita dall’emergenza legata al coronavirus: la città è in ginocchio e c’è un disperato bisogno di avere qualche segnale positivo. L’Atalanta potrebbe regalare nei prossimi mesi qualche gioia ai tanti tifosi orobici che in questi giorni stanno soffrendo.

Il “Papu” Gomez è ormai divenuto un simbolo della comunità ed ha voluto regalare un’intervista davvero suggestiva a ‘Cronache di Spogliatoio’. Certo, restiamo in ambito sportivo ma oggi è facile appigliarsi a tutto per ottenere un sorriso.

“Lo scudetto non è follia”

L’argentino non ha paura di pronunciare la parola scudetto: “Mia moglie è molto ambiziosa mi chiede sempre per quale motivo non siamo in lotta con le prime tre. Io le ricordo che siamo l’Atalanta, anche il presidente Percassi ad inizio stagione ci chiede sempre la salvezza come primo obiettivo. Ma in effetti senza qui 5-6 punti che abbiamo perso in modo stupido per strada ora saremmo a contatto con le primissime. Certo, mancano 12-13 partite e per quanto stiamo facendo vedere in campo non è certo una follia pensare allo scudetto”.

22bet Scommesse

Gomez, peraltro, non pone particolari limiti alla sua Atalanta: “In Champions League ora siamo la mina vagante, come il Lipsia. Vedremo cosa accadrà nelle prossime settimane…”.

Con Simeone un rapporto difficile

Rabona Scommesse

Il “Papu” ha parlato anche di Gasperini e Simeone, due dei tecnici che ha avuto in carriera: “Con Gasperini ho imparato a fare la seconda punta, ora so muovermi tra il terzino e il centrale. Oggi si corre molto di più rispetto a quando ho mosso i primi passi da calciatore, sono cresciuto in un calcio dove il trequartista era un ruolo “nobile”, c’erano i D’Alessandro e i Riquelme. Simeone? Ho avuto un rapporto complicato con lui, litigavamo spesso. Mi chiedeva di fare l’ala nel 4-3-3 ma poi non ero lucido sotto porta. All’epoca avevo 19 anni e rispondevo, ora sono cambiato in meglio”.

Categories: News

About Author

Alfonso Alfano

Appassionato di Liga e Premier League, fondatore e direttore di Tuttocalcioestero, sono assiduo "frequentatore" anche dei campi di Libertadores e Jupiler League belga.