Chiellini ammette: “A Cardiff ero sicuro di vincere la Champions”

Chiellini ammette: “A Cardiff ero sicuro di vincere la Champions”
William Hill Sport Welcome Bonus

L’autobiografia di Chiellini sta facendo discutere, non poco: il difensore della Juventus e della Nazionale ha svelato tanti retroscena e attaccato, più o meno velatamente, ex compagni di squadra e colleghi. Insomma, non il massimo dell’eleganza ma il centrale toscano è così, prendere o lasciare. Oggi è stato anticipato un nuovo stralcio del libro, nel quale Chiellini ammette la delusione per la sconfitta nella finale di Champions League di Cardiff, contro il Real Madrid, smentendo però qualsiasi indiscrezioni su un litigio avvenuto nello spogliatoio, durante l’intervallo.

22bet Scommesse

“A Cardiff ero sicuro di vincere”

Chiellini ricorda: “Un mese prima eravamo nettamente i più forti d’Europa, quell’anno ero convinto che avremmo vinto la Champions. La finale arrivò però troppo tardi e noi non riuscimmo a gestire la partita”. Il centrale della nazionale è però deciso nello smentire tutte le voci che sono circolate nelle settimane successive al pesante 4-1 rimediato dal Real Madrid: “Lite negli spogliatoi all’intervallo? Avevamo appena pareggiato, perché mai dovevamo litigare? Non avrebbe avuto senso neppure se fossimo stati sotto di tre gol. Non abbiamo litigato, anzi: eravamo stanchissimi, tutti col fiatone mentre Mandzukin e Pjanic quasi non riuscivano a camminare. Cercammo di farci coraggio, ci dicemmo cose normalissime come di restare corti e non disunirci. Scontro Dybala-Allegri? Qualche giorno dopo a Buffon venne il dubbio che si fosse perso qualcosa, ma sono soltanto delle leggende metropolitane”.

“Dopo il 2-1 il crollo”

Rabona Scommesse

Chiellini è poi onesto nell’ammettere soprattutto un errore di quella partita: “Quando subimmo il 2-1 di Casemiro in quel modo pensammo fosse già finita, anche io commisi quell’errore. Non si fa, era tutto aperto anche se poi arrivò in successione anche il terzo: quel gol fu preso da sprovveduti, anche io e Bonucci restammo fermi come mammalucchi e gurdammo Ronaldo segnare. Sull’1-3 avemmo qualche occasione, un gol avrebbe potuto riaprire tutto”.

Categories: News

About Author

Alfonso Alfano

Appassionato di Liga e Premier League, fondatore e direttore di Tuttocalcioestero, sono assiduo "frequentatore" anche dei campi di Libertadores e Jupiler League belga.