Clamoroso Ancelotti: “Indignato per gli spogliatoi del San Paolo: dove ci cambiamo?”

Clamoroso Ancelotti: “Indignato per gli spogliatoi del San Paolo: dove ci cambiamo?”

E’ stato un clamoroso comunicato stampa di Carlo Ancelotti in persona a far riesplodere la polemica relativa al San Paolo: l’impianto di Fuorigrotta, ammodernato in occasione delle Universiadi che si sono svolte a Napoli in estate, ha subito anche un profondo restyling agli spogliatoi. Per completare i lavori in questione, il club partenopeo ha anche chiesto di giocare le prime due partite di campionato in trasferta in modo da avere, considerata anche la pausa per le nazionali, tre settimane in più di tempo.

Ancelotti: “Costernato per il disprezzo delle isitutizioni”

Sul sito ufficiale del Napoli è apparso il comunicato di Ancelotti, davvero insolito nelle modalità e nei toni: “Ho visto le condizioni del San Paolo, non ho parole. Dove dovremmo cambiarci per giocare con Sampdoria e Liverpool? In due mesi si costruisce una casa, non sono stati capaci di rifare gli spogliatoi. C’è scorrettezza e ineguadezza da parte di chi ha preso in carico i lavori, le Istituzioni come hanno potuto disattendere gli impegni presi? Sono costernato per il disprezzo e il poco attaccamento alla squadra della città”.

La replica della ditta

Insomma, una presa di posizione durissima, chiaramente condivisa dalla società, anche se in serata sono poi arrivate le repliche sia di Filomena Smiraglia, architetto a capo dei lavori di ristrutturazione degli spogliatoi del San Paolo, sia della ditta stessa che è stata incaricata da Comune e Regione. L’architetto Smiraglia ha riferito: “Sono sconcertata dalle parole di Ancelotti: oggi il vice-presidente del club, Edoardo De Laurentiis, ha visitato gli spogliatoi e ci ha fatto i complimenti per lo stato dei lavori. Domani ci saranno le grandi pulizie e venerdì alle 13 gli spogliatoi saranno consegnati in uno stato perfetto, così come concordato”. Sullo stesso tenore le dichiarazioni della ditta Tipiesse di Bergamo: “Restano da fare finiture di poco conto che saranno completate domani. Probabilmente Ancelotti ha visto alcune foto ed è stato tratto in inganno”.

Categories: News

About Author

Alfonso Alfano

Appassionato di Liga e Premier League, fondatore e direttore di Tuttocalcioestero, sono assiduo "frequentatore" anche dei campi di Libertadores e Jupiler League belga.