Clamoroso Inter, c’è Allegri in caso di addio di Conte

Clamoroso Inter, c’è Allegri in caso di addio di Conte
William Hill Sport Welcome Bonus

L’eliminazione in semifinale di Coppa Italia, poi le clamorose rimonte subite in campionato contro Sassuolo, Bologna e Verona che hanno definitivamente affossato le speranze scudetto: il rientro dell’Inter dal lockdown non è stato di certo positivo e potrebbe lasciare strascichi pesanti, per certi versi clamorosi.

I continui sfoghi di Conte

Tutto ruote attorno ad un nome: Antonio Conte. I malesseri del tecnico salentino erano esplosi fragorosi in autunno: l’ex c.t. della nazionale lamentava una rosa cortissima, inadeguata per lottare fino in fondo su due fronti, lamentandosi anche delle troppe aspettative sul suo primo anno in nerazzurro.

A gennaio sono arrivati diversi rinforzi, su tutti Eriksen: il danese è presto divenuto un equivoco tattico dal quale ancora non si è usciti. Non è impensabile pensare ad un addio immediato dell’ex Tottenham nel caso in cui Conte non dovesse riuscire a trovare l’assetto giusto. Ma le parole nel dopo-Bologna (“I giocatori devono dimostrare di essere da Inter”) e quelle del dopo-Verona (“A tutti piace vincere ma bisogna capire quanto si è vicini a farlo. A fine anno farò le mie valutazioni col club”) hanno nuovamente acceso la spia d’allarme. Nelle ultime ore la voce clamorosa è sempre più intensa: Conte potrebbe pensare alle dimissioni.

22bet Scommesse

Allegri al suo posto?

Non sarebbe una prima volta: Conte lasciò la Juventus all’inizio del ritiro estivo del 2014 per visioni divergenti sul mercato. Al suo posto arrivò Massimiliano Allegri, scelto personalmente da Marotta e che poi fu protagonista di altri cinque scudetti di fila. Lo scenario potrebbe ripetersi, considerato anche che Allegri – dopo il suo anno sabbatico – è ancora senza squadra e senza particolari opportunità in vista.

Rabona Scommesse

Nonostante le divergenze col club, l’esonero di Conte è da escludere in modo categorico: lo stipendio da 11 milioni netti a stagione fino al 2022 non lasciano spazio di manovra alla proprietà nerazzurra.

Categories: News

About Author

Alfonso Alfano

Appassionato di Liga e Premier League, fondatore e direttore di Tuttocalcioestero, sono assiduo "frequentatore" anche dei campi di Libertadores e Jupiler League belga.