Fiorentina, c’è un caso Chiesa: il rinnovo resta in alto mare

Fiorentina, c’è un caso Chiesa: il rinnovo resta in alto mare
William Hill Sport Welcome Bonus

In casa Fiorentina c’è un caso Chiesa: l’esterno offensivo dei viola e della Nazionale è rimasto in panchina per tutti i 90 minuti nella partita persa a Verona, contro l’Hellas. Una sorta di “punizione” da parte di Montella, dopo che in estate il rapporto tra i due già scricchiolava quando il giovane Federico era “distratto” dalle voci di mercato. Ovvio, però, che la bocciatura in campionato apre uno scenario totalmente inedito.

Rinnovo ancora lontano

Di fronte alle avances della Juventus, Commisso aveva alzato il muro: cedere il pezzo più pregiato della rosa a poche settimane dal suo arrivo non sarebbe stato un inizio del tutto positivo. L’imprenditore italo-americano aveva, anzi, rilanciato, cominciando le trattative per il rinnovo di contratto, probabilmente per proteggersi con ancora più argomenti di fronte ai più che possibili nuovi assalti di big italiane ed europee.

22bet Scommesse

Ad oggi, però, tutto è bloccato. Di certo non aiuta il periodaccio che attraversa la squadra di Montella, capace di vincere appena una partita delle ultime sei, racimolando soltanto cinque punti. Un andamento che ha reso la classifica dei viola totalmente anonima, in una posizione occupata troppe volte negli ultimi anno: lontani dalla zona europea e più o meno al sicuro rispetto a quella salvezza. Chiesa, inoltre, non va a segno da oltre un mese.

Le parole di Montella

Alla vigilia della sfida con l’Hellas, Montella non aveva nascosto il suo malcontento: “Chiesa non sta bene: quando lo sarà dal punto di vista fisico e mentale allora giocherà”. Il d.s. Pradé ha provato a gettare acqua sul fuoco, parlando di un problema al pube dopo l’impegno della Nazionale e della decisione di non rischiarlo su un campo pesante.

Rabona Scommesse

La realtà è che gennaio non sarà di certo il mese dell’addio di Chiesa a Firenze, ma potrebbe essere invece l’inizio di trattative in vista del calciomercato estivo. Juve, Inter e Napoli sono attente ad ogni sviluppo della vicenda.

Categories: News

About Author

Alfonso Alfano

Appassionato di Liga e Premier League, fondatore e direttore di Tuttocalcioestero, sono assiduo "frequentatore" anche dei campi di Libertadores e Jupiler League belga.