Genoa, Andreazzoli ad un passo dall’esonero: “Forse le aspettative erano troppo alte”

Genoa, Andreazzoli ad un passo dall’esonero: “Forse le aspettative erano troppo alte”

Aurelio Andreazzoli è ad un passo dall’esonero: il Genoa oggi è crollato sotto i colpi del Parma, 5-1 il finale a favore dei ducali con tripletta di Cornelius, e vede aggravarsi ulteriormente la situazione in classifica che vede il Grifone penultimo con 5 punti all’attivo in otto giornate. I passi indietro oggi, anche rispetto alla sconfitta interna contro il Milan (parecchio sfortunata) prima della sosta, sono evidenti: se la panchina di Andreazzoli era a rischio 15 giorni fa, ora è davvero complicato immaginare l’ex Empoli e Roma sulla panchina del Genoa contro il Brescia nel prossimo match di campionato.

“Aspettative alte dopo l’estate”

Anche le parole dello stesso tecnico, nell’immediato post-partita di Parma-Genoa, hanno lasciato intendere che l’esonero è praticamente solo da ufficializzare. Andreazzoli ha dichiarato: “Sono nel calcio ormai da tanti anni e so che queste situazioni portano a certe decisioni. Posso dire che questo non posso controllarlo io, io gestisco quanto si vede in campo e tutto il resto non dipende certo da me. I rapporti con la società restano privati ma di certo ho commesso degli errori. Devo dire anche che non sono stato l’unico: probabilmente le aspettative su questa squadra erano troppo alte dopo le buone prestazioni offerte in estate”.

Carrera e Guidolin i possibili sostituti

Insomma, parole che sanno d’addio, anche con una punta polemica. Andreazzoli ha salvato la panchina dopo un faccia a faccia con Preziosi dopo il k.o. col Milan, quando l’esonero già sembrava deciso, ora lo scenario è diverso.

I primi nomi per il possibile sostituto stanno già circolando: Massimo Carrera sembrerebbe essere in pole, con l’ex difensore che ormai da qualche mese ha chiuso la sua esperienza in Russia con lo Spartak Mosca, club col quale aveva vinto anche un campionato nel 2017. L’altra ipotesi è quella di Francesco Guidolin, già paventata nei giorni della prima “crisi” della gestione Andreazzoli.

Categories: News

About Author

Alfonso Alfano

Appassionato di Liga e Premier League, fondatore e direttore di Tuttocalcioestero, sono assiduo "frequentatore" anche dei campi di Libertadores e Jupiler League belga.