I danni del Decreto Dignità sul calcio

I danni del Decreto Dignità sul calcio
William Hill Sport Welcome Bonus

Dallo scorso mese di luglio è entrato in vigore in Italia il Decreto Dignità, che ha come principio quello di combattere la ludopatia non consentendo più di pubblicizzare marchi di Betting regolarmente registrati sul territorio nostrano.

Un danno per tutto il movimento sportivo, ma soprattutto calcistico italiano, perché andranno persi all’incirca 200 milioni di euro, i quali fino alla scorsa stagione venivano suddivisi al 50% tra società di calcio e media così da poter incrementare le offerte per la vendita dei vari diritti televisivi e non solo.

22bet Scommesse

Le società di calcio italiane vedranno a breve tempo aumentare il distacco economico rispetto ai maggiori campionati europei dove pubblicizzare il Betting è ancora legale e giustamente normalissimo, perché la scelta fatta dal Governo italiano è inconcepibile.

La ludopatia così come tutte le altre dipendenze, non si cura non pubblicizzando un prodotto, ma al contrario cercando di prevenirla con i giusti insegnamenti già dalle scuole dell’obbligo aumentando la cultura verso qualsivoglia dipendenza.

In più “grazie” al seguente Decreto ne gioverà il gioco non autorizzato, che non avendo nulla da perdere potrà continuare a farsi pubblicità liberamente.

Altro danno non da poco è la perdita di nuovi operatori, i quali non potendo essere pubblicizzati preferiscono scegliere altre nazioni invece che l’Italia.

Rabona Scommesse

Il Decreto Dignità è quindi l’ennesimo autogol del nostro Paese!

Categories: News

About Author

Renato Baldo

Admin e Fondatore di Topscommesse.com, Appassionato di Calcio e betting blogger dal 2008. Testo ogni giorno Sistemi di Scommesse, per offrire il massimo ai miei lettori. Ho Scritto anche un ebook con i 10 migliori sistemi di scommesse.