Il Lione non si arrende: “Annullare la sospensione della Ligue 1”

Il Lione non si arrende: “Annullare la sospensione della Ligue 1”
William Hill Sport Welcome Bonus

L’Europa calcistica ai tempi del coronavirus è spaccata in due, o quasi. Se da un lato in Spagna, Inghilterra, Portogallo e Italia sono già stabilite le date per la ripresa dell’attività agonistica (senza dimenticare la Germania che ormai da due settimane ha visto ricominciare la Bundesliga), diametralmente opposta è stata la scelta in Francia dove, il 30 aprile scorso, è stata decretata la sospensione definitiva della Ligue 1. Stessa sorte per i campionati in Belgio e Olanda.

Il Lione continua la propria battaglia

Sin dal primo momento la decisione presa dalla LFP (Ligue de Football Professionnel) e dal governo transalpino è apparsa un filo affrettata. Ed è per questo motivo che le proteste da parte dei club particolarmente penalizzati dallo stop definitivo hanno acceso intense polemiche che potrebbero protrarsi a lungo.

22bet Scommesse

Il Lione è in primissima linea: l’Olympique, dopo 20 anni consecutivi, rischia di non prendere parte alle prossime coppe europee. L’undici di Garcia ha chiuso al settimo posto, a -1 dalla zona Europa League. Certo, ci sarebbe stata anche la finale di Coppa di Lega col PSG da disputare (ma è stata ugualmente annullata) e che in caso di vittoria avrebbe garantito l’accesso alle coppe. Così come vale la pena ricordare che i francesi sono ancora in corsa in Champions League. Ma la rabbia è montata ieri, dopo le ultime indicazioni date da LFP e governo.

Ok alle amichevoli a luglio

La curva della pandemia coronavirus è chiaramente in calo in tutta Europa, Francia compresa, ed è per questo motivo che dal 2 giugno le squadre dovrebbero tornare ad allenarsi. Non solo: a luglio è stato dato il via libera per la disputa di amichevoli in vista della nuova stagione, il cui inizio è stato programmato per metà agosto.

Rabona Scommesse

Il Lione (e il PSG) potrebbero così trovarsi a giocare in…due stagioni diverse: la Champions League, infatti, sarà completata entro fine agosto. Anche per evitare situazioni quasi grottesche, il presidente dell’OL, Aulas, ha scritto ufficialmente alla LFP per chiedere l’annullamento della decisione presa il 30 aprile e di permettere la regolare chiusura della Ligue 1. Una matassa davvero complicata da sbrogliare.

Categories: News

About Author

Alfonso Alfano

Appassionato di Liga e Premier League, fondatore e direttore di Tuttocalcioestero, sono assiduo "frequentatore" anche dei campi di Libertadores e Jupiler League belga.