Inter, la crisi di Eriksen spiegata dai numeri

Inter, la crisi di Eriksen spiegata dai numeri
William Hill Sport Welcome Bonus

Christian Eriksen è un caso: il danese, arrivato a gennaio accompagnato da grandissime aspettative, a sei mesi dal suo approdo in nerazzurro è lontano dai livelli che tifosi e club si aspettavano. Una questione, con ogni probabilità, legata all’ambientamento in un nuovo campionato e soprattutto ad un sistema tattico “integralista” come quello di Antonio Conte, ma i numeri non mentono. Ad oggi sono in molti a pensare che l’arrivo di Eriksen sia stato principalmente legato ad un’occasione di mercato più che ad una reale esigenza d’organico.

Solo 750 minuti in campo

Un numero, più di tutti, fa riflettere: dal 29 gennaio, data del suo esordio (da subentrante, non un’eccezione, nel match di Coppa Italia con la Fiorentina), il danese ha totalizzato 16 presenze per un totale di 750 minuti in campo. Tradotto: in media 46 minuti a partita sul terreno di gioco.

22bet Scommesse

Non è tutto: nelle ultime quattro partite ufficiali dell’Inter, Eriksen è stato escluso dai titolari in tre occasioni. Contro Verona e Torino, addirittura, Conte lo ha mandato in campo nei minuti finali, per 8 minuti totali. Di più: l’ex Tottenham e Ajax è stato escluso dalle grandi sfide dell’Inter di questi mesi (Juve, Milan, Napoli in Coppa Italia e Lazio), finendo per mettere assieme tre gol e tre assist (6+6 tenendo in conto la prima metà di stagione a Londra): qualcosa di incredibile se si pensa che nelle tre stagioni precedenti era riuscito a totalizzare 36 gol e 53 assist, andando sempre in “doppia doppia”.

Le parole di Conte

Rabona Scommesse

A rendere lo scenario ancora più complicato, le parole non sempre comprensive di Antonio Conte: “Devo fare delle scelte, lui sta capendo e sta lavorando per mantenere certi livelli. E’ arrivato con grandi aspettative ma va detto che in Inghilterra la situazione è molto più tranquilla, si gioca senza troppe pressioni”. L’impressione è che la svolta sia ancora lontana.

Categories: News

About Author

Alfonso Alfano

Appassionato di Liga e Premier League, fondatore e direttore di Tuttocalcioestero, sono assiduo "frequentatore" anche dei campi di Libertadores e Jupiler League belga.