Inter, si ferma Politano: almeno un mese out!

Inter, si ferma Politano: almeno un mese out!

L’infortunio rimediato al Westfalenstadion contro il Borussia Dortmund costerà a Matteo Politano almeno un mese di stop: l’esterno offensivo, utilizzato da Conte come seconda punta in questa prima parte di stagione, era stato protagonista di uno scontro con Schulz ed era apparso subito dolorante alla caviglia. Politano, stoicamente, è restato in campo per non lasciare i suoi in 10 uomini (i cambi erano finiti) ma ciò non ha neppure evitato la sconfitta ai nerazzurri, subita peraltro in rimonta.

Distorsione alla caviglia per Politano

Diciamo subito che, sebbene l’infortunio sia comunque rilevante, poteva andare peggio: a Dortmund si temeva addirittura una frattura, ma gli esami svolti ieri avevano già escluso complicanze di questo tipo. Questa mattina, dopo la nuova visita all’Istituto Humanitas di Rozzano, è emersa la diagnosi definitiva che parla di distorsione alla caviglia sinistra. Nel comunicato ufficiale rilasciato dall’Inter, viene sottolineato che Politano resterà per alcuni giorni con la caviglia immobilizzata e che le sue condizioni verranno valutate nuovamente tra qualche settimana. Tradotto: l’ex Sassuolo rimarrà fermo ai box almeno per un mese e potrebbe rientrare in un periodo particolarmente “caldo”, quando i nerazzurri dovranno giocare contro Roma e Barcellona.

Conte resta con soli tre uomini in attacco

Insomma, il clamoroso sfogo di Conte dopo il k.o. di Dortmund torna di strettissima attualità. L’ex c.t. della Nazionale, che non avrà Sanchez almeno fino ad inizio 2020, rinunciando anche a Politano ha gli uomini contati in attacco: di fatto, dietro alla coppia titolare composta da Lukaku e Lautaro Martinez, l’unica punta disponibile è il giovane Esposito, 17 anni.

Conte aveva attaccato frontalmente la società nel post-partita di Dortmund: “Mi sono fidato ma è stata sbagliata la programmazione. Non si possono affrontare in queste condizioni due competizioni come Champions e campionato, noi siamo l’Inter. Qualche dirigente dovrebbe venire davanti ai microfoni, spiegare e assumersi le responsabilità”.

Categories: News

Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/topscomm/public_html/wp-content/themes/novomag-theme/includes/single/post-tags.php on line 4

About Author

Alfonso Alfano

Appassionato di Liga e Premier League, fondatore e direttore di Tuttocalcioestero, sono assiduo "frequentatore" anche dei campi di Libertadores e Jupiler League belga.