La Roma vince la Mabel Green Cup, battuto il Real Madrid ai rigori

La Roma vince la Mabel Green Cup, battuto il Real Madrid ai rigori
William Hill Sport Welcome Bonus

Bella Roma, all’Olimpico, nella prima edizione del trofeo “Mabel Green Cup”: i giallorossi hanno battuto ai rigori il Real Madrid, dopo che i 90 minuti regolamentari si sono chiusi sul 2-2. C’era grande curiosità per Edin Dzeko: il bosniaco ha probabilmente giocato la sua ultima partita con la maglia della Roma (c’è l’Inter che lo aspetta) e il pubblico l’ha accolto con diversi fischi quando è stato annunciato nella formazione titolare. Quando è stato sostituito al 72′, però, al centravanti sono stati riservati soltanto applausi.

Roma-Real Madrid, primo tempo spettacolare

Sì, perché Dzeko – nonostante la sua volontà sia chiara da diverse settimane – continua a dimostrare la sua impeccabile professionalità. In campo è ancora il leader di una Roma in continua trasformazione ma che sembra sul giusto cammino. Illuminanti i primi 45 minuti del bosniaco che in apertura lancia Under in campo aperto: traversa del turco.

22bet Scommesse

Al 16′ è il Real Madrid a passare in vantaggio: Modric imbecca Marcelo, bravo a battere Pau Lopez (unico neo-acquisto nell’undici iniziale) con un diagonale di destro. Gli spagnoli, schierati con la difesa a tre, subiscono però le folate giallorosse: gli uomini di Fonseca pareggiano al 34′ con Perotti, assistito da un positivo Zaniolo, per una serata tornato ai livelli di fine 2018. Non è finita, prima dell’intervallo ci sono altri due gol: prima Casemiro rimanda in vantaggio gli ospiti con un colpo di testa in evidente fuorigioco, poi è Dzeko a mettere la ciliegina sul suo primo tempo formidabile con una conclusione di prima che non lascia scampo a Courtois.

Ai rigori sbaglia Marcelo

Rabona Scommesse

Ritmi più bassi nella ripresa, nonostante Zidane torni al 4-2-3-1 con Vinicius e Jovic a supportare Benzema con Hazard trequartista. La Roma, soprattutto, non si rende più pericolosa e allora si affida alle belle parate di Pau Lopez, bravo a salvare su Benzema, Jovic e Vinicius. Bale, nel finale, manda fuori di un soffio di sinistro, si va ai rigori. Impeccabili i cinque tiratori della Roma (Kolarov, Under, Antonucci, Cristante e Spinazzola), come i primi quattro del Real Madrid (Kroos, Isco, Bale, Modric): fallisce l’ultimo penalty Marcelo, il migliore dei suoi, che colpisce la traversa e regala il trofeo ai giallorossi.

Categories: News

About Author

Alfonso Alfano

Appassionato di Liga e Premier League, fondatore e direttore di Tuttocalcioestero, sono assiduo "frequentatore" anche dei campi di Libertadores e Jupiler League belga.