Manchester City, Guardiola rivela: “Eliminato dal Real Madrid? Mi licenziano”

Manchester City, Guardiola rivela: “Eliminato dal Real Madrid? Mi licenziano”
William Hill Sport Welcome Bonus

E’ un’intervista ricca di spunti quella concessa da Pep Guardiola a ‘Soccer Saturday’. L’allenatore del Manchester City, proprio nei giorni in cui il suo nome torna ad essere un piccolo tormentone tra i tifosi della Juventus, ha cercato di spiegare come si vive oggi il calcio ad alti livelli e perché, secondo il suo parere, la cultura del risultato è sbagliata.

“Accetterei l’esonero in caso di eliminazione dalla Champions”

Pep, si sa, non è mai stato un allenatore “noioso”, neppure nelle sue dichiarazioni. E a chi gli chiede cosa accadrebbe in caso di eliminazione dalla Champions League per mano del Real Madrid, Guardiola risponde in modo sincero: “Potrebbero venire il presidente o il direttore sportivo per dire che mi licenziano. Gli direi ‘Ok, è stato un piacere, lo accetto'”. In realtà il tecnico catalano cerca di far capire, con una provocazione, il suo punto di vista: “Il messaggio che stiamo trasmettendo alle nuove generazioni è sbagliato, contano solo i trofei. Io voglio vincere la Champions, spero di godermi le due partite col Real e spero di prepararle al meglio. Ma non si può pensare che se vinci la Champions è un successo e se non ci riesci è un fallimento. Allora le 100 stagioni del Manchester City sono state tutte un fallimento e non è così”. 

22bet Scommesse

“Non sono il migliore”

L’ex Barcellona continua: “Alcuni credono che per il solo fatto di chiamarmi Guardiola dovrei vincere tutti i trofei. Io non posso dare questa certezza, non posso promettere di vincere tutti i titoli in patria e la Champions. Non sono abbastanza bravo”.

Rabona Scommesse

E qui spunta un altro passaggio interessantissimo: “23 milioni d’ingaggio? Non ho mai pensato di essere il più bravo di tutti, ho vinto tanto perché ho avuto tanti giocatori straordinari e ho allenato in grandi club. Ci sono grandissimi allenatori che non hanno avuto questo privilegio e non hanno vinto nulla, io stesso non vincerei in una squadra che non sia il Manchester City”.

Categories: News

About Author

Alfonso Alfano

Appassionato di Liga e Premier League, fondatore e direttore di Tuttocalcioestero, sono assiduo "frequentatore" anche dei campi di Libertadores e Jupiler League belga.