Mandragora-shock, si rompe il crociato e dice addio alla stagione

Mandragora-shock, si rompe il crociato e dice addio alla stagione
William Hill Sport Welcome Bonus

E’ una bruttissima tegola quella che si è abbattuta ieri sera sull’Udinese, con ogni probabilità una notizia peggiore anche della sconfitta rimediata all’Olimpico di Torino contro i granata. I friulani dovranno probabilmente rinunciare a Rolando Mandragora per tutto il resto della stagione.

L’urlo di Mandragora

Al settimo della ripresa, il crac: il centrocampista napoletano si è accasciato al suolo dopo un contrasto con Meité. Le urla di dolore hanno subito fatto temere il peggio, Mandragora è uscito dal campo sorretto dai sanitari dell’Udinese e in lacrime. Insomma, si è temuto subito il peggio e oggi gli esami strumentali dovrebbero dare la diagnosi definitiva. Che le prospettive siano nerissime lo fa trapelare anche l’allenatore dei bianconeri, Gotti: “L’infortunio di Mandragora? Siamo scossi, sembra una cosa grave. Dovrebbe trattarsi del crociato”.

22bet Scommesse

In questo caso è facile prevedere uno stop di almeno sei mesi per il giovane centrocampista della nazionale Under 21, pilastro di questa Udinese (quest’anno ha saltato soltanto una partita) che faticosamente sta cercando di conquistare la salvezza. Le possibilità di rivederlo in campo prima della fine della stagione sono pari a zero, il suo posto in campo verrà preso da Jajalo che durante la gestione Tudor era comunque considerato un titolare.

Le prospettive di mercato della Juventus

Il k.o. di Mandragora avrà ripercussioni anche sul mercato della Juventus. I bianconeri erano stra-convinti di esercitare l’opzione del controriscatto per riportare il giocatore a Torino: l’Udinese pagò l’ex Crotone 20 milioni di euro, ma Paratici può riacquistarlo per 26 milioni.

Rabona Scommesse

Non solo: al di là di una possibile conferma in organico, si era parlato con insistenza, nei giorni scorsi, dell’interesse concreto di Fiorentina e Roma. Coi giallorossi, in particolare, era stato ipotizzato uno scambio alla pari con Cristante che avrebbe permesso ai due club di mettere a segno un’importante plusvalenza, vitale per i rispettivi bilanci.

Categories: News

About Author

Alfonso Alfano

Appassionato di Liga e Premier League, fondatore e direttore di Tuttocalcioestero, sono assiduo "frequentatore" anche dei campi di Libertadores e Jupiler League belga.