Milan, ancora niente rinnovo per Ibrahimovic

Milan, ancora niente rinnovo per Ibrahimovic
William Hill Sport Welcome Bonus

Il rinnovo di Zlatan Ibrahimovic è l’argomento più caldo in casa Milan: la firma non è ancora arrivata, la trattativa va ormai avanti da tante (troppe?) settimane. Tanto che, al netto dei continui attestati di stima di Pioli che vuole continuare a mettere lo svedese al centro del suo undici, il timore che il centravanti non resti a Milano comincia ad essere tangibile.

La richiesta di Zlatan

Le cifre sono ormai note: il Milan ha offerto un altro anno di contratto a 5 milioni di euro netti più bonus (500mila solo per la qualificazione in Champions) che farebbero salire il totale a 6 milioni. Di fatto, si tratterebbe del doppio rispetto a quanto percepito da Ibrahimovic da gennaio a giugno. La doccia fredda per Gazidis e Maldini, però, è arrivata quando è stata recapitata la richiesta di Raiola, agente del giocatore: 7.5 milioni di euro netti, la proprietà ha bloccato tutto e la trattativa si è arenata.

22bet Scommesse

Pioli cerca, nei limiti del suo ruolo, di mediare ma non sarà semplice. Resta l’ottimismo, rinvigorito dalle immagini ufficiali di Ibra con la maglia 2020-21, ma la chiusura sembra comunque lontana.

Proposti Diego Costa e Kean

Non coglie così di sorpresa la notizia secondo cui al Milan sarebbero stati proposti due centravanti. Il primo è Moise Kean, anch’egli nella scuderia Raiola: il classe 2000 era stato cercato dal Milan la scorsa estate, la Juventus preferì cederlo all’Everton per 27 milioni di euro. L’avventura in Premier League, tra difficoltà legate all’ambientamento e qualche bizza fuori dal campo, non è stata positiva tanto che il centravanti spinge per il ritorno in Italia.

Rabona Scommesse

C’è poi Diego Costa, assistito da Jorge Mendes: l’ispano-brasiliano è in uscita dall’Atletico Madrid, il suo calo nelle ultime tre stagioni è evidente. Costa ha 32 anni e un ingaggio alto, difficile che possa interessare al Milan. Ed è opportuno sottolineare che, in entrambi i casi, i sondaggi sono stati effettuati dai rispettivi procuratori, non dal club rossonero.

Categories: News

About Author

Alfonso Alfano

Appassionato di Liga e Premier League, fondatore e direttore di Tuttocalcioestero, sono assiduo "frequentatore" anche dei campi di Libertadores e Jupiler League belga.