Milan, arrivano nuove indiscrezioni su Rangnick al posto di Pioli

Milan, arrivano nuove indiscrezioni su Rangnick al posto di Pioli
William Hill Sport Welcome Bonus

Continua il tourbillon di voci attorno alla panchina del Milan: la posizione di Stefano Pioli ha perso forza dopo la sconfitta nel derby. Nonostante il contratto dell’ex tecnico della Fiorentina sia in scadenza nel 2021, la sensazione è che l’unica speranza per la riconferma risieda nel raggiungimento di un unico obiettivo: la qualificazione alla prossima Champions League. E, ad oggi, pensare di recuperare 10 punti all’Atalanta appare quasi un’utopia.

La situazione Rangnick

Il lavoro di Pioli, peraltro, sembra sia stato comunque apprezzato fino ad oggi da Maldini e Boban. L’a.d. dei rossoneri, Ivan Gazidis, non è però dello stesso parere: l’ex Arsenal ha in mente la figura dell’allenatore-manager, provando quindi a esportare il modello inglese anche in Italia. Le voci su Ralf Rangnick, in questo senso, sono sempre più insistenti tanto che in Francia è stata lanciata una clamorosa anticipazione: secondo ‘L’Equipe’, l’ex tecnico di Schalke 04 e Lipsia e ora head of sport and development soccer di Red Bul avrebbe già firmato un pre-accordo col Milan. Contratto che prevederebbe addirittura una penale nel caso in cui Rangnick non finisca per sedersi sulla panchina milanista nella prossima stagione.

22bet Scommesse

Peccato, però, che solo qualche giorno fa era stato Paolo Maldini a smentire quest’ipotesi: “Con tutto il rispetto, non è un profilo da Milan”. Semplice depistaggio?

L’ipotesi Allegri

Rabona Scommesse

Rangnick sarebbe la scelta giusta per Gazidis anche perché ritenuto in grado di gestire al meglio un progetto incentrato sui giovani e sull’austerity di bilancio. Il contrario di Maldini e Boban che, invece, dopo aver avuto riscontri positivi dall’operazione Ibrahimovic sono sempre più convinti che per riportare in alto il Milan ci sia bisogno di altri 2-3 nomi di quella personalità ed esperienza. Con in panchina un altro pezzo da 90: il nome di Allegri ritorna ciclicamente, Max avrebbe dato anche la sua disponibilità di massima per il prossimo anno. Il problema? 10 milioni di euro d’ingaggio annui ad oggi glieli può garantire solo un club di Premier League…

Categories: News

About Author

Alfonso Alfano

Appassionato di Liga e Premier League, fondatore e direttore di Tuttocalcioestero, sono assiduo "frequentatore" anche dei campi di Libertadores e Jupiler League belga.