Milan-Fiorentina 1-3, disastro rossonero e Giampaolo ora rischia

Milan-Fiorentina 1-3, disastro rossonero e Giampaolo ora rischia
William Hill Sport Welcome Bonus

Quarta sconfitta, la terza consecutiva, in sei giornate di campionato per il Milan: i rossoneri cadono a San Siro sotto i colpi di una brillante Fiorentina (3-1) e fanno i conti con la pesante contestazione della tifoseria. Se fino ad oggi la società aveva più volte difeso l’operato dell’allenatore, il clamoroso passo indietro sul piano del gioco e dell’atteggiamento impone riflessioni serie sull’operato di Giampaolo. La sensazione è che la trasferta contro il Genoa sia una sorta di ultima spiaggia.

Ribery show

Giampaolo aveva chiesto ai suoi di proseguire il cammino tracciato nella prima ora di gioco col Torino. Il Milan, però, di fatto non scende in campo, regalando sin dai primissimi minuti il controllo del match ai viola. Che passano al 12′: Calhanoglu sbaglia l’appoggio e lancia Ribery, strepitoso slalom del francese che però non riesce a superare Donnarumma. Sul pallone vagante si avventa Chiesa, atterrato da Bennacer: rigore perfetto di Pulgar e Fiorentina in vantaggio.

22bet Scommesse

Gli uomini di Montella amministrano con scioltezza, Chiesa centravanti convince e si fa vedere con un paio di conclusioni dalla distanza. Il Milan? Leao regala giocate di qualità, Piatek è ormai un autentico caso e poco più: Suso impegna Dragowski da lontano, ma è davvero troppo poco in 45 minuti.

Musacchio espulso

La partita diventa ancora più complicata ad inizio ripresa, quando Musacchio si becca un rosso diretto per un’entrataccia (rivista al VAR) su Ribery. La Fiorentina, a quel punto, diventa debordante: Castrovilli sigla il suo meritatissimo primo gol in Serie A, Chiesa fallisce un rigore, poi Ribery fa un’altra magia e sigla lo 0-3, guadagnandosi anche la standing-ovation di San Siro al momento della sostituzione.

Rabona Scommesse

Il gol di Leao è il frutto di una giocata personale del giovane portoghese, unico lampo nel buio di una serata da dimenticare. E che potrà segnare il futuro di Marco Giampaolo.

Categories: News

About Author

Alfonso Alfano

Appassionato di Liga e Premier League, fondatore e direttore di Tuttocalcioestero, sono assiduo "frequentatore" anche dei campi di Libertadores e Jupiler League belga.