Milan-Lazio 1-2, la cura Pioli non funziona; Inzaghi in zona Champions

Milan-Lazio 1-2, la cura Pioli non funziona; Inzaghi in zona Champions
William Hill Sport Welcome Bonus

La Lazio batte il Milan a San Siro dopo 30 anni (2-1) e vola al quarto posto in classifica, occupato in compagnia di Atalanta e Cagliari. I biancocelesti escono alla grande dal posticipo dell’11esima giornata di Serie A e infliggono un duro colpo all’undici di Pioli: l’ex Inter, per molti il tecnico giusto per subentrare a stagione in corso, per ora sta deludendo visto il bottino di una vittoria (quella nell’infrasettimanale con la Spal), un pareggio (col Lecce) e due sconfitte (Roma e Lazio).

Immobile, che gol!

Bennacer e Krunic sono tra i titolari così come Castillejo: il Milan gioca bene per tutto il primo tempo, ma la differenza tecnica con gli avversari a tratti è evidente. Gli errori in difesa, in particolare, condannano gli uomini di Pioli che già rischiano al 22′ con la traversa di Immobile. Proprio l’attaccante della Nazionale porta in vantaggio i suoi al 25′: bellissimo il colpo di testa in corsa su cross al bacio di Lazzari, è il gol numero 100 con la maglia della Lazio per il napoletano.

22bet Scommesse

Il vantaggio, comunque, dura poco: Theo Hernandez serve Piatek a centro area, la conclusione del polacco trova la deviazione determinante di Bastos che fulmina Strakosha. Castillejo, sino a quel momento tra i migliori, abbandona poco dopo la mezz’ora per infortunio: né Rebic né Leao (subentrato per Paquetà ad inizio ripresa) risulteranno però utili alla causa rossonera.

Correa decide il match

Rabona Scommesse

Nel secondo tempo c’è più stanchezza ma entrambe le squadre hanno buone occasioni per raddoppiare. Quando il match sembra avviarsi sull’1-1, arriva la zampata di Correa: all’83’, Duarte respinge male di testa su un lungo lancio dalle retrovie, servendo di fatto Luis Alberto. L’assist dello spagnolo, con Romagnoli in ritardo, è perfetto per Correa che batte Donnarumma con una conclusione all’incrocio. San Siro, scoraggiato, non ha neppure più la forza per fischiare questo Milan, giunto alla sesta sconfitta in 11 partite di Serie A.

Categories: News

About Author

Alfonso Alfano

Appassionato di Liga e Premier League, fondatore e direttore di Tuttocalcioestero, sono assiduo "frequentatore" anche dei campi di Libertadores e Jupiler League belga.