Milan, Maldini non si nasconde: “Ibrahimovic? Sarebbe un sogno”

Milan, Maldini non si nasconde: “Ibrahimovic? Sarebbe un sogno”
William Hill Sport Welcome Bonus

Nel corso di una lunga ed interessante intervista concessa a Sky Sport, Paolo Maldini ha parlato della situazione che sta attraversando il “suo” Milan. L’inizio della carriera da dirigente non è stato quello sognato: il Milan è ancora alle prese con una rifondazione tecnica e societaria complicata, i risultati latitano e i tifosi mugugnano. La prima parte di stagione, poi, è stata disastrosa, tanto che si è deciso per l’esonero di Giampaolo.

“A volte mi chiedo chi me l’abbia fatto fare”

Maldini non si nasconde e chiarisce che si tratta di un momento difficile per tutti: “A volte mi sveglio e mi chiedo chi me l’abbia fatto fare di accettare questo incarico. Ma succedeva anche da giocatore, quando pieno di dolori dovevo andare ad allenarmi a zero gradi. L’amore e la passione verso questi colori mi spingono, posso dire da subito che non andrò a fare questo lavoro da un’altra parte”.

22bet Scommesse

Il discorso poi si sposta poi proprio sulla stagione dei rossoneri: “Per noi questa squadra e più forte di quella dello scorso anno, quando fu raggiunta la miglior posizione in campionato delle ultime sei stagioni. Abbiamo deciso assieme di ringiovanire questa squadra, sapendo che nessuno mai ha vinto campionati o Champions solo coi giovani: per quello servono giocatori d’esperienza. Ma è già importante non aver venduto i nostri migliori giocatori”.

“Ibrahimovic sarebbe un sogno”

Rabona Scommesse

E allora ecco che si apre nuovamente la pista che porta a Zlatan Ibrahimovic, già vicino a tornare a Milano lo scorso gennaio: “Ibra sarebbe un sogno, sposta tanto. Ma credo che abbia timore di non essere più dominante come un tempo e di dover accettare anche la panchina. Io stesso, a fine carriera, non presi bene alcune panchine: ricordo che successe con Ancelotti in un derby, fu lì che pensai che non avrei mai accettato una stagione così”.

Categories: News

About Author

Alfonso Alfano

Appassionato di Liga e Premier League, fondatore e direttore di Tuttocalcioestero, sono assiduo "frequentatore" anche dei campi di Libertadores e Jupiler League belga.