Milan, parla Scaroni: “Ho fiducia in Maldini e Pioli ma è Gazidis a decidere…”

Milan, parla Scaroni: “Ho fiducia in Maldini e Pioli ma è Gazidis a decidere…”
William Hill Sport Welcome Bonus

Saranno settimane cruciali in casa Milan e, almeno per il momento, il presidente del club rossonero preferisce non sbilanciarci. Paolo Scaroni, intervistato da ‘Radio 1’, ha ulteriormente “allungato” l’addio di Maldini e Pioli, probabilmente per non destabilizzare ulteriormente la squadra che, tra 10 giorni, sarà impegnata nella semifinale di ritorno di Coppa Italia, contro la Juventus. Di fatto l’unico obiettivo di rilievo ancora raggiungibile per questa stagione.

“Rangnick? Decide Gazidis”

Non potevano mancare le domande su Ralf Rangnick, da molti indicato come il futuro allenatore e direttore tecnico del Milan. Scaroni ha replicato con diplomazia: “Non so se arriverà il tedesco, posso dire che oggi ho fiducia in Maldini e Pioli. Le scelte dal punto di vista sportivo le fa Gazidisi, non so neppure quando è in contatto con altri candidati”.

22bet Scommesse

Di certo il Milan è atteso da una nuova rivoluzione che dovrà necessariamente passare per una gestione dei conti oculata: “Il nostro obiettivo è quello di contenere i costi e aumentare i ricavi: quest’ultimo aspetto è fondamentale per ingaggiare i giocatori che vorremmo avere. In tal senso sarà fondamentale la costruzione del nuovo stadio: viste le parole del sindaco Sala sono ottimista, di certo c’è bisogno di avere uno stadio moderno e al passo coi tempi. Ci sono due investitori stranieri come Suning ed Elliot che mettono sul piatto 1 miliardo e 200 milioni…”.

Obiettivo Coppa Italia

Rabona Scommesse

Anche sul piano sportivo gli obiettivi sono chiari: “A breve termine c’è la Coppa Italia che è un obiettivo importante. Speravamo si disputasse in agosto ma alla fine abbiamo trovato l’accordo con un compromesso. Poi punteremo su giocatori giovani e forti ma a prezzi ragionevoli: sappiamo che il Fair Play Finanziario non ammette follie e vogliamo evitare che in futuro arrivino nuove legnate dalla Uefa. Piano B e piano C per il campionato? Mi auguro che non servano, sono certo che il virus molto presto sarà solo un ricordo”.

Categories: News

About Author

Alfonso Alfano

Appassionato di Liga e Premier League, fondatore e direttore di Tuttocalcioestero, sono assiduo "frequentatore" anche dei campi di Libertadores e Jupiler League belga.