Ufficiale, Ranieri è il nuovo allenatore della Sampdoria

Ufficiale, Ranieri è il nuovo allenatore della Sampdoria

Sembrava dover sfumare proprio all’ultimo l’arrivo di Claudio Ranieri sulla panchina della Sampdoria: ieri, invece, il tecnico romano (che già negli scorsi giorni aveva ricevuto dal presidente Ferrero alcune rassicurazioni dal punto di vista tecnico e di interventi sul mercato) ha raggiunto l’accordo economico col club blucerchiato. Oggi, è arrivata l’ufficialità: la Sampdoria ha comunicato l’ingaggio di Ranieri con un tweet sul proprio account ufficiale, accompagnato dalla foto della firma dell’ex allenatore del Leicester in compagnia di Ferrero.

No a Iachini e De Biasi

Proprio quando sembrava dover saltare la pista Ranieri, il nome di Beppe Iachini (il preferito dalla tifoseria) aveva ripreso di nuovo quota, trascinando anche quello di De Biasi. Alla fine, però, la Sampdoria ha preferito l’usato sicuro, affidandosi al tecnico capitolino per un progetto a medio termine.

Sì, perché Ranieri non sarà un semplice “traghettatore”: il primo obiettivo è ovviamente quello di risollevare la squadra dai bassifondi della classifica (la disastrosa gestione Di Francesco ha portato la Samp all’ultimo posto con tre punti in sette partite) e di portarla ad una salvezza tranquilla (ci sarà un bonus economico per la permanenza in A) ma l’allenatore avrà anche il compito di programmare la prossima stagione: ha infatti firmato un contratto biennale, con un importante ingaggio da 2 milioni di euro netti a stagione.

Debutto contro la “sua” Roma

Che Ranieri fosse legato a doppio filo con la Roma non si scopre di certo da oggi. Curioso, però, che debutterà alla guida della Samp il prossimo 20 ottobre, quando compirà 68 anni e quando i blucerchiati ospiteranno a Marassi proprio la Roma. Ranieri arriverà a Genova nella giornata di lunedì, il giorno dopo dirigerà il primo allenamento in compagnia del suo staff (dal vice Benetti a Cornacchia, passando per i preparatori Bertelli e Spignol). Sarà inoltre il sesto tecnico dell’era Ferrero dopo Mihajlovic, Zenga, Montella, Giampaolo e Di Francesco.

Categories: News

About Author

Alfonso Alfano

Appassionato di Liga e Premier League, fondatore e direttore di Tuttocalcioestero, sono assiduo "frequentatore" anche dei campi di Libertadores e Jupiler League belga.