Gattuso si gode il suo Napoli: “Fatta una grandissima partita col Verona”

Gattuso si gode il suo Napoli: “Fatta una grandissima partita col Verona”
William Hill Sport Welcome Bonus

Il Napoli è probabilmente la squadra del momento in Italia: i partenopei hanno portato a casa la Coppa Italia dopo aver battuto le prime tre del campionato (Lazio, Inter e Juventus) e in Serie A, col 2-0 a Verona, ha infilato la quarta vittoria consecutiva. Gli uomini di Gattuso consolidano il sesto posto ma la distanza dal quarto resta abissale (-9 e una partita in più rispetto all’Atalanta): insomma, i danni della gestione Ancelotti sono soltanto parzialmente recuperabili in questo finale di stagione, ma la fiducia cresce.

Gattuso e la crescita del suo Napoli

Se il Napoli è la squadra del momento, Rino Gattuso è l’uomo del momento. “Ringhio” si è goduto il suo primo trofeo da allenatore ma è apparso ancora più soddisfatto dopo la prestazione del Bentegodi. Il tecnico degli azzurri ha elogiato i suoi: “Napoli compatto? Credo sia un po’ riduttiva quest’analisi. Non ho mai visto nessuno giocare bene contro il Verona ma noi siamo stati bravissimi sia in fase di possesso che in quella di non possesso. Stiamo bene in campo, siamo in salute e per questo devo ringraziare sia i ragazzi, che si sono presentati in forma dopo il lockdown, che la società visti tutti gli strumenti messi a disposizione durante la quarantena”.

22bet Scommesse

Le parole su Ghoulam, Lozano, Milik

Rabona Scommesse

Il 2-0 all’Hellas porta la firma di Milik e Lozano, due fortemente indiziati a lasciare Napoli al termine della stagione, ma anche di Ghoulam, tornato in campo dopo mesi di inattività e autore dell’assist per il 2-0 del messicano. Ecco le parole di Gattuso: “Ghoulam? E’ riuscito a dare continuità agli allenamenti, prima non ci riusciva per piccoli problemi fisici. Due anni fa era tra i terzini più forti al mondo, sta lavorando bene e meritava l’opportunità di oggi. Lozano? Io non porto rancore, ma i miei giocatori sanno che devono allenarsi al 100%. Con me sono tutti importanti, figurarsi coi cinque cambi: oggi era la sua partita, la prossima potrebbe essere quella di Younes. Milik? C’è una situazione contrattuale delicata, ma Arek sa che per me sono pochi i giocatori più forti di lui che si possono prendere”.

Categories: News

About Author

Alfonso Alfano

Appassionato di Liga e Premier League, fondatore e direttore di Tuttocalcioestero, sono assiduo "frequentatore" anche dei campi di Libertadores e Jupiler League belga.