Premier League, lo United travolge il Chelsea; l’Arsenal passa a Newcastle

Premier League, lo United travolge il Chelsea; l’Arsenal passa a Newcastle

Liverpool, City e Tottenham chiamano, Arsenal e Manchester United rispondono: la prima giornata di Premier League registra un inizio perfetto delle “top five”, col Chelsea che subito si stacca dal quintetto, sconfitto nel big match di questo turno, proprio dallo United. Andiamo a vedere nel dettaglio cosa è accaduto in questa appassionante prima domenica di campionato inglese.

Newcastle-Arsenal 0-1, debutta Pepé ma decide Aubameyang

C’era grande attesa per il rinnovatissimo Arsenal di Unai Emery, probabilmente la squadra che più si è rinforzata in questa sessione di calciomercato. Ceballos, Pepé e Luiz partono però dalla panchina, soltanto i primi due esordiranno nella ripresa. A Newcastle era importante partire col piede giusto, viste anche le assenza per motivi extra-calcistici di Ozil e Kolasinac, i gunners ci riescono dopo un primo tempo non brillantissimo.

I padroni di casa partono bene, Almiron è autore di un paio di ottimi spunti, il nuovo acquisto Joelinton si rende protagonista di buone giocate. Al 20′ è Shelvey a sfiorare il vantaggio con una bella conclusione che colpisce il palo esterno, poi gli ospiti col passare dei minuti prendono il controllo del match pur senza creare grossi pericoli dalle parti di Dubravka. Il gol partita arriva al 58′: Maitland-Niles imbecca Aubameyang a centro area, l’ex Dortmund supera l’estremo difensore avversario con un tocco sotto dolcissimo che vale il 32esimo gol in Premier League alla 50esima presenza.

Manchester United-Chelsea 4-0, Lampard affondato dalla doppietta di Rashford

Gioca bene il Chelsea, a larghi tratti durante la prima ora di gioco: l’undici di Lampard, però, paga la poca precisione sotto porta e un pizzico di sfortuna. Il 4-0 del Manchester United di Solskjaer è di certo il risultato più sorprendente di questa giornata, almeno nelle dimensioni. Dopo il palo di Abraham in apertura e un’occasione sprecata da Martial, lo United passa al 17′: Rashford si procura e trasforma un rigore (provocato da Zouma), sarà lui il “man of the match”.

Prima dell’intervallo Emerson colpisce un altro palo per i londinesi con una conclusione sotto misura, l’ex Roma impegna De Gea anche ad inizio ripresa. E’ l’ultimo squillo prima del crollo: nel giro di un minuto, tra il 65′ e il 66′, Martial (tocco fortunoso su assist di Pereira) e Rashford (gran controllo e finalizzazione precisa sull’illuminante assist di Pogba) i padroni di casa chiudono il conto. Nel finale, poi, c’è festa anche per Daniel James, entrato da pochi minuti e uno dei nuovi acquisti di quest’estate, proveniente dallo Swansea.

Categories: News

About Author

Alfonso Alfano

Appassionato di Liga e Premier League, fondatore e direttore di Tuttocalcioestero, sono assiduo "frequentatore" anche dei campi di Libertadores e Jupiler League belga.