Crisi Inter, ecco chi saranno gli “epurati” di Conte

Crisi Inter, ecco chi saranno gli “epurati” di Conte
William Hill Sport Welcome Bonus

La nuova rimonta subita a San Siro, contro il Bologna e stavolta culminata con una sconfitta, ha aperto i processi in casa Inter: i nerazzurri hanno abdicato definitivamente dalla corsa al titolo (-11 dalla Juve a 8 giornate dalla fine), dalla ripresa del campionato hanno perso cinque punti dai bianconeri, senza dimenticare l’eliminazione in semifinale di Coppa Italia per mano del Napoli. Dopo il k.o. col Bologna, ieri, squadra, tecnico e dirigenza sono stati protagonisti di un lungo faccia a faccia, durato più di un’ora. Conte non ha nascosto la sua rabbia alla stampa parlando di calciatori che devono dimostrare di essere da Inter. Insomma, la lista di “epurazione” per il prossimo anno sembra essere pronta: ecco chi partirà.

22bet Scommesse

Centrocampo rivoluzionato?

Il tiro al bersaglio dei tifosi nerazzurri ha trovato un facile obiettivo, Gagliardini. L’ex Atalanta è protagonista di una serie incredibili di errori, al di là dell’episodio della traversa a porta vuota col Sassuolo. La verità è che Gagliardini non ha mai raggiunto un livello soddisfacente di prestazioni, senza peraltro dare mai continuità alle (poche) buone prove. Sarà tra i primi a partire, assieme a Vecino, già vicino a salutare a gennaio e vicino all’addio già a gennaio, e a Borja Valero. Lo spagnolo è tra i “meno negativi” in questo periodo ma il suo contratto in scadenza non verrà rinnovato. Assalto a Tonali, possibile che venga tenuto Nainggolan, si pensa sempre a Vidal. Ma a monte va risolto anche l’equivoco Eriksen

Attacco e difesa

In attacco è Sanchez ad essere lontanissimo dalla conferma, i nerazzurri non sembrano neppure interessati al rinnovo del prestito. Partirà anche il giovane Esposito, ritenuto inadeguato ad essere la quarta punta in una squadra da titolo. Molto, ovviamente, dipenderà anche da Lautaro, in crisi nerissima e ieri protagonista del rigore prima scippato a Lukaku e poi sbagliato che avrebbe chiuso il match.

Rabona Scommesse

In difesa le scelte sembrano chiare: Godin è ormai un rincalzo di lusso, Conte gli preferisce anche Ranocchia dopo che l’uruguaiano aveva perso il posto da titolare a vantaggio di Bastoni. Cinque milioni di euro d’ingaggio in panchina sono insostenibili per qualsiasi club di Serie A.

Categories: News

About Author

Alfonso Alfano

Appassionato di Liga e Premier League, fondatore e direttore di Tuttocalcioestero, sono assiduo "frequentatore" anche dei campi di Libertadores e Jupiler League belga.