Mancini non molla: “Spero che Balotelli un giorno si svegli…”

Mancini non molla: “Spero che Balotelli un giorno si svegli…”
William Hill Sport Welcome Bonus

Mario Balotelli sembrava poter cominciare una sorta di seconda carriera con l’avvento di Roberto Mancini sulla panchina della Nazionale: il c.t. diede fiducia a “SuperMario” nelle prime partite della sua gestione, presto però si è capito che il centravanti bresciano non aveva ancora “svoltato”. La speranza di vedere esplodere il suo talento, però, non è ancora svanita.

“Spero che un giorno cambi”

Lo ha confermato proprio Mancini, in un’intervista rilasciat a ‘Dribbling”: “Voglio molto bene a Mario, lo conosco da quando faceva cose straordinarie da ragazzino. Non è il caso di definirlo come una scommessa persa, ha 30 anni ed è nel pieno della sua carriera. Certo, gli ho detto un migliaio di volte che sta sprecando un talento enorme. Ha fisico, tecnico, velocità…spero soltanto che un giorno si svegli e lo capisca, anche se è difficile che possa cambiare tutto di colpo, in un giorno…”.

22bet Scommesse

Insomma, come sempre il c.t. non chiude le porte a Balotelli, neppure per l’Europeo che si disputerà nel 2021: “Di questi tempi, tra un anno, sapremo se avremo superato il girone. Prima però ci sono partite importanti, ci serviranno per crescere ulteriormente. Mancanza di talenti in Italia? Stiamo facendo più fatica ma cercando si trova…”.

“Critiche ingenerose a Conte e Sarri”

Rabona Scommesse

Il c.t. ha poi toccato temi d’attualità, ripercorrendo anche quanto avvenuto nella Coppa Italia, con la ripresa del calcio giocato dopo mesi di inattività: “Le critiche a Conte e Sarri? Credo siano ingenerose, un po’ eccessive. Le squadre hanno ripreso a giocare dopo tre mesi, peraltro con pochi allenamenti nelle gambe. Era difficile anche per la Juventus, che resta la squadra più forte, o anche per l’Inter. Ci vorranno 4-5 settimane per ritrovare la condizione, poi chissà, vedremo se tra un paio di settimane rivedremo anche il pubblico allo stadio, sarà tutta un’altra cosa coi tifosi sugli spalti”.

Categories: News

About Author

Alfonso Alfano

Appassionato di Liga e Premier League, fondatore e direttore di Tuttocalcioestero, sono assiduo "frequentatore" anche dei campi di Libertadores e Jupiler League belga.