Rangnick ammette: “Il Milan mi ha cercato, non posso escludere che ci andrò…”

Rangnick ammette: “Il Milan mi ha cercato, non posso escludere che ci andrò…”
William Hill Sport Welcome Bonus

Ralf Rangnick sarà davvero l’uomo su cui si fonderà il nuovo ciclo del Milan? Ivan Gazidis da tempo ha individuato nell’allenatore e dirigente tedesco l’uomo giusto per far tornare i rossoneri ai livelli che gli competono. La filosofia di calcio di Rangnick si sposa con la visione di Gazidis e di Singer sulla gestione economica e sportiva del club: una squadra giovane e affamata, senza spazio a ingaggi monstre e fuori mercato, capace di garantire un calcio propositivo, frizzante e fisico.

Il lungo tira e molla

Rangnick di fatto sta già condizionando le vicende in casa Milan: il licenziamento di Boban dal ruolo di CFO è arrivato dopo le dure dichiarazioni, pubbliche, del croato contro Gazidis, accusato di aver contattato l’ex tecnico del Lipsia di nascosto. E i possibili addii di Maldini e Massara diventeranno più che probabili con l’ingaggio del tedesco, chiamato non solo ad assumere la guida tecnica della prima squadra, ma anche a condurre in prima persona il mercato.

22bet Scommesse

Rangnick ha sempre mantenuto un basso profilo sulla vicenda: oggi, però, si registrano alcune dichiarazioni che preparano il terreno ad un suo arrivo a fine stagione.

“Sono i sogni a far vivere l’uomo”

I beninformati affermano che l’allenatore stia già studiando l’italiano, tanto che sul suo stato WhatsApp campeggia la frase “Sono i sogni a far vivere l’uomo”. Lui ha confermato l’ipotesi Milan in un’intervista concessa alla ‘Bild’: “Mi hanno contattato per capire se ci fosse la possibilità di una collaborazione: io ho informato la Red Bull e poi sono partiti colloqui col mio procuratore. Ad oggi non posso escludere che andrò a Milano, ma oggi hanno altri problemi da affrontare”.

Rabona Scommesse

Inutile però nascondere che l’idea Milan è stuzzicante: “Non faccio fatica ad immaginare che lì le cose possano andare bene ma, nonostante mi piaccia l’avventura, devo essere certo che non si tratti di una missione suicida. Altre offerte? Non voglio apparire presuntuoso, ma la cerchia di club che potrebbero interessarmi è abbastanza ristretta”.

Categories: News

About Author

Alfonso Alfano

Appassionato di Liga e Premier League, fondatore e direttore di Tuttocalcioestero, sono assiduo "frequentatore" anche dei campi di Libertadores e Jupiler League belga.